TorinoCuriosa - Curiosità Torino e Provincia

foto gallery


Il mistero dell'ebanista avvelenato



Se passate da Via Verdi che in passato era conosciuta come via della Zecca passerete davanti all’ingresso principale dell’Università di Torino che erroneamente da molti è ritenuto essere quello di via Po, sotto i portici. L’entrata di Via Verdi è data da un portone ligneo molto prezioso, opera dell’ebanista Giacomo Spalla, docente di scultura ed intaglio, personaggio autorevole ed apprezzato nell’800 per la finezza dei suoi lavori ma come vedremo anche un uomo molto poco sospettoso di animo. Il professore amava fare lunghe passeggiate pomeridiane, ed abitando a pochi passi dall’ateneo, al ritorno a casa che d’abitudine avveniva intorno alle 18 faceva sempre in modo di passare davanti al portone di Via Verdi quasi volesse ogni volta esaminarne lo stato. Giacomo Spalla era un uomo abitudinario. Aveva pochi amici, non aveva vizi ed almeno apparentemente nessun nemico. Il classico uomo qualunque eccezion fatta per la grande abilità nell’intaglio del legno che gli aveva assicurato una agiatezza ed una serenità di vita. Un ragazzino descritto poi tra i nove ed i dieci anni, di aspetto insignificante, bussò alla porta del professore intorno alle 17, quando questi doveva ancora rientrare. Gli aprì la moglie ed il ragazzino le diede un pacchetto ben confezionato dicendole “lo manda il farmacista, lo speziale Cauda” Al ritorno del professore la moglie gli raccontò l’accaduto. “Strano” disse questi “Non avevo ordinato nulla” Scartò il pacchetto e ne venne fuori una boccetta con un liquido verdazzurro e trasparente. Il professore svitò il tappo, annusò il contenuto ed incredibilmente lo bevve d’un sorso. I primi soccorsi furono vani. Giacomo Spalla morì in pochi attimi a causa del micidiale veleno contenuto nella boccetta. Ovviamente il farmacista cadde dalle nuvole e la polizia nonostante diversi mesi di indagini non riuscì neanche ad identificare il ragazzino Dopo più di un anno il caso venne archiviato e non si seppe mai chi e perché aveva avvelenato l’illustre ebanista. Rimane però il portone ligneo di grande bellezza e maestria a testimoniare di come molto spesso gli artisti siano tanto dotati di abilita’ nella loro arte quanto di ingenuità nel loro animo.


Fonte: Renzo Rossotti

CURIOSITA' TORINO

ATTIVITA' A TORINO


Cerchi un'
AGENZIA PUBBLICITARIA
a Torino?
Scopri Moksilla, realizzazione siti internet Torino, Grafica e Web Marketing.



Cerchi uno
STUDIO DI DOPPIAGGIO a Torino?
Scopri il TEATR8! Corsi di dizione, fonetica e produzione di spettacoli teatrali.







mappa

Come arrivare
Via Verdi


una tira l'altra

Quegli strani riti in via Cappel Verde

Tutte le curiosità di Torino e Provincia



(c)TorinoCuriosa 2006. E' vietata la riproduzione, anche parziale, del materiale presentato.