TorinoCuriosa - Curiosità Torino e Provincia

foto gallery


Idromele: lo bevevano i Taurisci




L'idromele era una delle bevande preferite dai Taurisci. Il suo nome deriva del greco "Idro" (acqua) e "Mellis" (miele). L'idromele era una bevanda considerata sacra, perché ricca di simboli: il sole trasformato in miele per opera dell'ape, un messaggero del cielo; l'acqua la linfa vitale che scorre nelle vene della madre terra. L'idromele era l'unione di cielo e terra. Nell'Europa celtica era bevuto dai Druidi e dalle tribł nelle cerimonie sacre che scandivano il ritmo delle stagioni. Si consumava nelle feste di Samonios (l'odierno Ognissanti a Novembre) capodanno celtico, ad Imbolc (Febbraio) festa di fine inverno e rinascita della natura, a Beltine (Maggio) festa propiziatoria di fertilitą durante la quale venivano celebrati i matrimoni, a Lunasą (Agosto) festa di ringraziamento per i doni della stagione agricola, ed infine durante gli equinozi di autunno e primavera e nei solstizi d'estate e d'inverno. Secondo la tradizione, bere idromele portava a quell'ebbrezza alcolica che avvicinava al divino. L'uso dell'idromele č rimasto diffuso per tutto il Medioevo, soprattutto durante i matrimoni, dove, nel mese successivo alla cerimonia, veniva consumato per dare forza alla coppia nella procreazione. Per questo motivo ancora oggi si usa definire il primo periodo dopo il matrimonio, "Luna di miele".


Fonte: Paolo Listello, www.terrataurina.it

CURIOSITA' TORINO

ATTIVITA' A TORINO


Cerchi un'
AGENZIA PUBBLICITARIA
a Torino?
Scopri Moksilla, realizzazione siti internet Torino, Grafica e Web Marketing.



Cerchi uno
STUDIO DI DOPPIAGGIO a Torino?
Scopri il TEATR8! Corsi di dizione, fonetica e produzione di spettacoli teatrali.







mappa

Come arrivare
Zone Extra


una tira l'altra

Vino e vigne del Piemonte

Tutte le curiosità di Torino e Provincia



(c)TorinoCuriosa 2006. E' vietata la riproduzione, anche parziale, del materiale presentato.